Music on/off


Non Achille è stato il mio eroe. Ho sempre apprezzato

l'umano Ettore, preferendolo all'iracondo semidio Pelide.

 

Ettore

Di Ettore, o Diva, fammi cantare;

del suo eroismo aiutami a narrare.

Con che coraggio affrontò la sorte!

Come Achille gli inflisse la morte!

 

C'era rancore nel cuor del Pelide,

per dissapori avuti col re Atride.

Il fato arrideva in campo troiano,

offeso, Achille non muoveva mano.

 

Ettore ardito faceva fuoco e faville,

quand'ecco spuntar le armi d'Achille;

senza esitare, l'eroe affrontò il rivale,

convinto che fosse allo scontro fatale.

 

Del suo nemico presto ebbe ragione,

però grande, poi, fu la sua delusione:

non il Pelide, Ettore aveva annientato,

ma l'amico Patroclo, così camuffato.

 

Pieno di ira, Achille grida vendetta:

sfidare il troiano a presto si affretta.

A Ilio, sotto la grande fortificazione,

si volgerà la sfida all'ultima tenzone.

 

Un bacio ad Andromaca e al piccino,

poi Ettore va incontro al suo destino.

Il vero Pelide c'è ora sotto l'armatura;

a uno dei due toccherà morte sicura.

 

"Il Priamide che il dardo scaglierà,

il figlio di Teti, finalmente, ucciderà".

Non Ettore avrà, però, questa occasione,

sarà, poi, Paride a colpirlo nel tallone.

 

Per lui è in serbo una morte atroce:

ucciso e dilaniato dal "Piè veloce".

Un semidio contrasterà il domatore,

fino a quando il suo corpo avrà vigore.

 

Atropo porrà fine al combattimento,

tagliandogli il filo, poi, in un momento.

Per dodici giorni ci sarà un gran lutto;

piangerà Ilio: casa reale e popolo tutto.

                                       (Pino Bullara)

Mitologia

Glossario mitologico


HOME

 

 

 

http://www.nelvento.eu/glossario(mitologia).htm